Dalla Roma a Saras, da Exor a Tod’s: in 20 anni 300 delisting da Piazza Affari